Filosofia e fantascienza

Percorso sul cinema di fantascienza e la filosofia, attraverso la proiezioni di alcuni spezzoni di film di successo.
Blade Runner (1982), Ridley Scott

Blade Runner (1982) Ridley Scott

OBIETTIVI

Nell’epoca attuale la tecnologia è al centro del nostro mondo. Quali sono le conseguenze di questa centralità sul nostro modo di essere, di agire e di pensare? Ripercorrendo le figure con cui la letteratura ed il cinema hanno rappresentato la scienza, il percorso indaga le conseguenze sociali del progresso scientifico.

IL PERCORSO IN BREVE

Il percorso prevede l’analisi di alcuni film di fantascienza, di cui verranno proiettati alcuni spezzoni.

Particolarmente interessante in questa proposta è l’utilizzo dell’immagine filmica come veicolo alternativo per la riflessione, soprattutto in questo tempo storico in cui l’apprendimento delle nozioni passa sempre più attraverso il visuale.

1) STORIA DELLA FANTASCIENZA fino al cyberpunk
Una critica del presente attraverso l’invenzione di un futuro

2) MATRIX E LA FILOSOFIA
Gli spunti filosofici che il film dei fratelli Wachowski offre al nostro tempo: dal buddhismo alla filosofia della mente

3) BLADE RUNNER E I PROBLEMI DELL’IDENTITA’
I replicanti di Ridley Scott e la crisi d’identità d’oggi: “essere umani” in una società omologante

4) VIDEODROME: CORPO E MASS MEDIA
Come influisce la società dei mass media sulla percezione del nostro corpo e della nostra sessualità?

5) IO ROBOT e MINORITY REPORT: RAGIONE O CUORE?
I limiti della mente e della razionalità: quanto sono affidabili i processi del nostro pensiero? Destino e libertà: quanto sono prevedibili i nostri comportamenti?